6. SPORT, SALUTE, BENESSERE

Lo sport continua a rappresentare uno dei principali fulcri della nostra azione amministrativa, soprattutto in considerazione del fatto che insieme all’attività fisica sono una parte essenziale dell’agenda europea per quanto concerne il finanziamento di progetti a tema.
Nell’ottica europea lo sport è importante perché promuove il benessere fisico e mentale, svolge una funzione educativa, promuovendo valori sociali fondamentali, ravvicina le comunità ed è un grande settore economico in rapida espansione.
Lo sport, infatti, è uno spazio aperto in cui ognuno può sentirsi accolto, valorizzato, guidato nel suo percorso di sviluppo, educazione e salute.
L’azione amministrativa sarà focalizzata su due direttrici: realizzazione di un parco urbano nel centro cittadino nell’area già individuata nel Piano Strutturale Comunale da una parte, e recupero e ripristino dei due parchi-giochi esistenti in Via Carlo Alberto Dalla Chiesa e Via Aldo Maria Scalise, dall’altra, con l’installazione di altalene, scivoli, giochi a molla, castelli, arrampicate, giochi inclusivi, giostrine, tappeti elastici, pannelli e pavimentazioni a norma, e la realizzazione di annessa area fitness con attrezzatura outdoor fissa quale, ad esempio, cyclette, ellittica, sky runner.

L'immagine può contenere: tennis


Per quanto riguarda le strutture sportive già esistenti il programma amministrativo per il quinquennio 2019/2024 sarà incentrato sul potenziamento delle stesse attraverso la realizzazione della copertura del campo da tennis e del manto in erba sintetica per il campo da calcio presso il Centro Sportivo Comunale “Paolo Neri e Vittorino Scalise”, e degli spogliatoi a servizio del campo di calcetto “San Nicola”.


Attraverso i fondi ministeriali messi a disposizione tramite il bando “Sport Missione Comune”, si concorrerà per la realizzazione di una pista ciclabile sul territorio comunale e intercomunale.
Per quanto riguarda la pratica sportiva si procederà anche alla definitiva riqualificazione del campo da basket in Via Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Grande rilevanza continuerà ad avere il progetto di prevenzione cardiologica su tutta la popolazione “over 35” di Marcellinara, pensato per diffondere la conoscenza delle problematiche legate alle malattie cardiovascolari, promuovendo corretti stili di vita ed alimentazione bilanciata. 
Legato a questo verrà realizzata l’iniziativa “Comune Cardioprotetto”. L’obiettivo è quello di diffondere la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza, formare cittadini volontari e gli appartenenti al Gruppo Comunale di Protezione Civile attraverso corsi BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation), installare nei punti nevralgici del territorio defibrillatori semiautomatici opportunamente segnalati.

Nessuna descrizione della foto disponibile.


La presenza sul territorio comunale di postazioni di defibrillazione opportunamente posizionate e segnalate, e di cittadini in grado di riconoscere rapidamente un arresto cardiaco, di praticare una rianimazione cardiopolmonare di qualità e di utilizzare questo semplice ma prezioso dispositivo salvavita, può permettere di donare una seconda chance di vita ad una persona.
Unitamente a questo saranno attivate convenzioni con associazioni locali di volontariato e di pubblica assistenza per creare una postazione fissa di ambulanza sul posto ed offrire così maggiore sicurezza e accrescere la soddisfazione dei cittadini.
Ulteriori progetti di prevenzione riguarderanno altre patologie.
Sempre nell’ambito della salute e del recupero psicologico e fisico, sarà dato impulso alla promozione delle iniziative di recupero terapeutico attraverso la cura degli animali domestici e cavalli (Pet-therapy).

5. DIGITALIZZAZIONE, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELL’ENTE

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Siamo coscienti che il potenziamento dell’informatizzazione e digitalizzazione dei servizi aumenterà la produttività degli uffici, generando risparmi di spesa e di tempo per la definizione dei procedimenti.
La realizzazione dell’infrastruttura Wi-Fi per l’accesso alla rete internet ad alta velocità, su tutto il territorio comunale, permetterà a Marcellinara di essere annoverato tra i primi Comuni del territorio in grado di garantire ai suoi cittadini l’accesso gratuito alla rete attraverso il wi-fi, rendendo sempre più agevole l’uso delle tecnologie digitali nel rapporto con la Pubblica Amministrazione.
Tutto questo, quindi, faciliterà un ulteriore passaggio verso la digitalizzazione dei servizi comunali, implementando il sito internet istituzionale, i canali social in uso, le nuove piattaforme di condivisione attraverso l’istituzionalizzazione di unità di progetto che cureranno gli aggiornamenti tecnici e tematici.
Sarà attivato il sistema di pagamento elettronico dei tributi comunali direttamente online tramite sito internet o APP “Comune news”, già in uso.
Saranno promossi progetti di “open government”, attraverso la realizzazione di piattaforme web che consentano a cittadini, imprese e associazioni un canale di comunicazione diretto e operativo con l’Amministrazione, agevolando l’accesso agli atti e permettendo la partecipazione democratica.
L’intenzione primaria è di agire sullo snellimento delle procedure amministrative puntando, da una parte, sul potenziamento di appositi settori strategici dell’Ente (Edilizia, Urbanistica, Lavori Pubblici, Tributi, Affari Legali) con la realizzazione di specifici progetti che mirino ad un supporto ed aggiornamento professionale tecnico-operativo, dall’altra, all’efficacia di strumenti di semplificazione amministrativa, attraverso l’adozione di un apposito Regolamento comunale.
Il potenziamento dell’organico comunale si realizzerà già a partire dall’anno in corso, in quanto a seguito del pensionamento di n.2 unità di personale, si potrà riassumere e bandire concorsi per il personale: un profilo tecnico (Cat. C) ed un profilo di esecutore amministrativo (Cat. B).
La strada maestra è segnata dall’art. 97 della nostra Costituzione che qui si riporta: “…I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione. Nell’ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari. Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge”.
Gli spazi di spesa consentiti dal pensionamento di n.2 unità permetterà altresì di intervenire sull’aggiornamento dei profili già operanti all’interno dell’Ente, per accrescerne competenza e professionalità.
In questo contesto poi si inserisce anche il tema caldo relativo ai lavoratori ex lsu/lpu, contrattualizzati a tempo determinato a partire dall’anno 2014. Ebbene il processo di stabilizzazione ancora stenta realmente a partire a causa dei continui rimandi e proroghe sancite negli anni sia da parte del Governo centrale che da parte della stessa Regione.
L’unica vera soluzione al problema non può che essere una normativa nazionale che assegni risorse e deroghe al tetto di spesa per le assunzioni negli enti locali.
Sarà sottoscritto da dipendenti e amministratori un Codice etico che richiami i principi di trasparenza, imparzialità, disciplina e onore e sarà istituito un assessorato specifico alla promozione della legalità, con l’attivazione di un apposito capitolo di bilancio per finanziare iniziative di prevenzione e contrasto alle mafie e alla corruzione.
Saranno utilizzati “Patti di integrità” per introdurre nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture e nelle concessioni amministrative (permessi di costruire, erogazione di contributi economici, agevolazioni), anche in materia urbanistica e di edilizia privata, specifiche clausole che responsabilizzino i privati che entrano in rapporto con l’Ente.
Sarà valorizzato l’uso della documentazione antimafia e dei “protocolli di legalità” quali strumento di prevenzione e contrasto al malaffare.
Altresì saranno implementati i percorsi formativi per i dipendenti ed amministratori previsti dalla legge sulla trasparenza e anticorruzione.
Lo sviluppo dell’Ente non può che basarsi sulla piena applicazione dello strumento principe, ossia il Nuovo Statuto Comunale, approvato nell’anno 2017.
Saranno attivate, per favorire la partecipazione dei cittadini alle funzioni ed alle scelte amministrative, le consulte locali e di settore previste per lo studio, approfondimento e proposta di argomenti e temi da sottoporre all’Amministrazione Comunale per l’adozione di atti e per la gestione dei servizi comunali.
Le consulte riguarderanno lavoro e commercio; territorio e ambiente; politiche sociali ed anziani; istruzione e cultura; sport e tempo libero; pari opportunità.

4. RECUPERO URBANISTICO E VALORIZZAZIONE SOCIO-CULTURALE DEL CENTRO STORICO

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

“Marcellinara: Istmo dell’Arte. Incontri di cultura”. E’ questo il grande ed ambizioso progetto di recupero del Centro storico con una finalità duplice dal punto di vista sociale, culturale e di promozione di un modello di ricettività diffusa per chi vuole conoscere la Terra di Marcellinara, Terra dell’Istmo e Terra di passaggio. 
Un intervento di recupero urbanistico, con apposito piano orientato a definire le modalità di intervento e recupero del tessuto urbano esistente all’interno del Piano Strutturale Comunale, al vaglio della Valutazione Ambientale Strategica da parte della Regione Calabria ed ormai prossimo alla completa definizione. 
Il piano di recupero vuole fornire una linea di indirizzo che punti ad uniformare e controllare quei caratteri pubblici, quali il colore delle facciate e gli oggetti di arredo mobili e fissi, per evitare che la discrezionalità possa creare disarmonie nel percorso visivo. L’obiettivo che si intende raggiungere è quello di riqualificare, unitamente al tessuto edilizio, gli spazi pubblici, l’arredo urbano, le stradine ed i vicoli di collegamento. Il fine è quello di garantire la salvaguardia e il decoro dei monumenti e del paesaggio urbano storico con l’eliminazione degli elementi di disturbo, favorire i processi di riqualificazione e recupero del tessuto urbano ed edilizio esistente per la realizzazione di un albergo diffuso, botteghe artigiane, laboratori tradizionali, promuovendo anche l’uso degli incentivi disponibili per la bonifica e smaltimento delle coperture in amianto ancora presenti.

Rendering del Progetto già presentato alla Regione Calabria


E proprio per riqualificare, recuperare e valorizzare il borgo di Marcellinara, l’idea progettuale, “Marcelinara, Istmo dell’Arte”, si propone di incrementare gli elementi di attrattività del centro storico, il suo potenziale turistico, con il suo conseguente recupero e riqualificazione, grazia anche alla “Street art”, per la realizzazione di un museo d’arte contemporanea a cielo aperto e un festival d’arte diffusa, ristrutturando un immobile da destinare a “Casa della Creatività” e residenza degli artisti e visitatori, al fine di restituire all’antico nucleo abitato il suo alto valore strategico, unito ad un sistema di servizi culturali ed infrastrutture idonee per una migliore fruizione dei luoghi, con attenzione particolare alla sostenibilità e accessibilità soprattutto alle persone con bisogni speciali.
Il progetto così strutturato reinventa Marcellinara come Borgo dell’Arte, offrendo così una vera e propria trasformazione d’impatto sul territorio. Infatti, l’intervento prevede, innanzitutto, la riqualificazione di tutta l’area che da Piazzetta San Vito, dove ha sede la biblioteca comunale e la sala cultura, porta alle piazze cittadine “Francesco Scerbo”, “Aldo Moro” e “San Nicola”, attraverso il rifacimento delle strade e dei sottoservizi, con la realizzazione di nuova pavimentazione in pietra locale, e l’’individuazione dei percorsi d’arte, fruibile anche ai disabili.
Su questo tragitto si snoderà il museo d’arte diffusa concepito come un percorso d’arte che inglobi i punti di forza del territorio, con installazioni temporanee e permanenti. Il percorso punta ad offrire anche gli strumenti cognitivi necessari per apprezzare al meglio un patrimonio artistico da parte di persone non vedenti, rappresentando quindi, una nuova opportunità per un pubblico più ampio alla ricerca di un nuovo approccio con l’arte, quello della multisensoritalità.
Il percorso ideale si conclude nella nuova “Casa della creatività”, che sarà realizzata attraverso il recupero e la ristrutturazione dell’immobile polivalente ubicato in Piazza San Nicola, permettendo l’avvio di laboratori per le attività creative, con la possibilità di ospitare artisti e turisti.
Il festival d’arte diffusa, infine, sarà finalizzato a incentivare lo scambio culturale e la valorizzazione del territorio, attraverso numerosi eventi multidisciplinari di arte contemporanea lungo il percorso del centro storico quale vetrina e palcoscenico per gli artisti sull’”Istmo dell’Arte”.

3. SICUREZZA E PROTEZIONE CIVILE

Nessuna descrizione della foto disponibile.

La sicurezza nella sua accezione più ampia riveste un aspetto centrale nel nostro programma amministrativo: sicurezza dei cittadini; sicurezza stradale; sicurezza ambientale; prevenzione nella sicurezza del territorio.
Per la promozione della sicurezza urbana, il Comune di Marcellinara, grazie all’azione del nostro Gruppo Consiliare nel quinquennio 2014-2019, si doterà di un innovativo sistema di videosorveglianza, grazie al finanziamento ottenuto dal Ministero dell’Interno.
Il progetto esecutivo prevede un sistema di videosorveglianza che si estende su tutta l’area del territorio comunale di Marcellinara. Tale sistema consentirà, attraverso un controllo centralizzato, la gestione unificata di tutti i dispositivi di monitoraggio a supporto della sicurezza pubblica al fine di garantire un maggiore controllo del territorio ed un maggiore decoro urbano, in particolare in alcune zone dove sono state riscontrate particolari criticità.
E’ prevista l’installazione di 26 telecamere con lettura targhe che controlleranno tutte le vie di accesso al territorio comunale e le aree pubbliche ritenute maggiormente sensibili, quali ad esempio le piazze cittadine.
Attraverso la rete Wi-Fi ad alta capacità, i flussi video, catturati dalle telecamere, saranno inviati, alla Sala Operativa che sarà ubicata presso la Sede Comunale.
Il sistema di videosorveglianza sarà ulteriormente potenziato attraverso l’installazione di foto-trappole per contrastare l’abbandono sconsiderato di rifiuti nelle zone più periferiche e lontane e per prevenire atti di vandalismo su beni e patrimonio comunale.
Per la sicurezza stradale si interverrà con l’approvazione di un Piano urbano del traffico e viabilità, con la previsione anche di dissuasori e l’installazione di rilevatori di velocità al fine di tutelare la pubblica incolumità.
Per la sicurezza ambientale e del territorio, attraverso la realizzazione di apposite indagini tecniche, verrà redatto un piano comunale contro il dissesto idrogeologico e il rischio sismico, per individuare gli interventi prioritari su cui concentrare l’azione amministrativa, soprattutto al fine di intercettare i fondi regionali e nazionali che verranno stanziati a riguardo.
Importante sarà il ruolo che svolgerà il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile che, ulteriormente potenziato in mezzi e risorse, coadiuverà l’Ente nell’identificazione dei pericoli ed individuazione delle zone soggette a rischio, nell’attività volta ad evitare o ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni a seguito di eventi calamitosi, nell’attuazione degli interventi diretti ad assicurare ogni forma di prima assistenza e nell’organizzazione del soccorso rapido ed efficace in caso di necessità.
Contestualmente verrà condotta una capillare azione di informazione e sensibilizzazione sulla cittadinanza, a partire dalle scuole, in merito ai contenuti e alle misure di emergenza previste dal Piano Comunale di Protezione Civile, che sarà continuamente aggiornato e adeguato alle esigenze del territorio, lavorando sulla prevenzione, pianificazione, mitigazione dei rischi e gestione delle emergenze.

2. ENERGIA E AMBIENTE

REDDITO ENERGETICO. 
INCENTIVI PER INVESTIMENTI ECO-SOSTENIBILI.
CENTRALINE FISSE PER QUALITA’ DELL’ARIA. 
COMPOSTAGGIO DI COMUNITA’

Attraverso la sottoscrizione del “Joint Paes”, nell’anno 2015 presso il Parlamento Europeo a Bruxelles da parte del Sindaco Vittorio Scerbo, il Comune di Marcellinara ha assunto formalmente l’impegno di adeguarsi alle direttive comunitarie di efficientamento energetico ed ha già approvato un piano energetico sostenibile e dal rilevante impatto ambientale. 
Oggi, per il prossimo quinquennio amministrativo, l’attenzione rimane sempre focalizzata sull’energia sostenibile, attraverso la promozione dell’uso delle energie rinnovabili.

L'immagine può contenere: cibo


Non a caso verrà sperimentato, come già successo in altre realtà italiane, un reddito e bonus energetico che si basa sull’utilizzo di energie rinnovabili e il reinvestimento delle risorse nello stesso sistema. Proprio per agevolare tale uso, l’investimento sulla eco-sostenibilità vedrà il riconoscimento fino al 70% di riduzione sugli oneri di urbanizzazione, a seconda del tipo di intervento che si andrà a realizzare.
Con il reddito energetico si punta, invece, ad una riduzione delle bollette per chi maggiormente in difficoltà. L’idea da realizzare si basa su un fondo pubblico che serve a finanziare l’installazione di impianti fotovoltaici sulle case dei cittadini, a partire da quelli con redditi più bassi. Oltre a ridurre le bollette degli utenti, l’energia prodotta dai pannelli viene ceduta alla rete alimentando il fondo che a sua volta può finanziare nuovi impianti creando così un circolo virtuoso locale.
Con il reddito energetico i cittadini diventano non solo fruitori ma, allo stesso tempo, anche produttori di energia. Grazia ai fondi messi a disposizione dal Governo, il Palazzo Comunale sarà oggetto di un intervento complessivo di efficientamento energetico, con l’obiettivo duplice del risparmio energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili. 
La mobilità sostenibile a zero emissioni è un altro obiettivo qualificante che vuole essere raggiunto nel quinquennio 2019/2024. Considerata l’introduzione di una serie di incentivi per l’acquisto di auto elettriche o ibride e per l’installazione di punti di ricarica, verrà proposto, come già avanzato in fase progettuale nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2014-2020, l’acquisto di autovetture elettriche per il trasporto sociale, soprattutto per la terza età, verso le strutture sanitarie del territorio. Altresì, potrà essere incentivata la mobilità lungo l’asse Catanzaro-Lamezia per venire incontro alle esigenze delle fasce più deboli e con più difficoltà negli spostamenti, causa mancanza di un efficiente sistema di trasporto pubblico regionale.
Inoltre, per la sua posizione geografica, baricentrica, verrà realizzata un’isola “green” di ricarica per le auto elettriche, il cui mercato inizia ad affacciarsi anche nella nostra Regione.

L'immagine può contenere: erba, spazio all'aperto e natura


Insieme alla sostenibilità anche la tutela ambientale rappresenta un punto programmatico qualificante per la futura azione amministrativa. Tutela dell’ambiente che non solo mira al mantenimento del decoro e della pulizia urbana, attraverso un’efficace raccolta differenziata, ma soprattutto al mantenimento di un ambiente salubre e pulito, mettendo in atto tutti gli strumenti di controllo per garantire il rispetto dei parametri di qualità dell’aria, del suolo e dell’acqua.
Verrà realizzato il monitoraggio dei parametri di rilevazione della qualità dell’aria attraverso l’installazione di centraline fisse, in più punti del territorio comunale, in grado di permettere la consultazione in tempo reale dei valori rilevati da parte di tutti i cittadini. Altresì, grazie all’azione proattiva dell’Ente sull’aspetto dell’autonomia idrica, l’autocontrollo sulla qualità dell’acqua sarà ulteriormente potenziato mentre grazie ad accordi con Istituti universitari si procederà all’analisi del suolo, intervenendo per la bonifica, laddove necessario.
Marcellinara è attualmente tra i primi Comuni della Provincia di Catanzaro per percentuale di raccolta differenziata.Un risultato che ha già permesso un significativo contenimento dei costi e che ora consentirà anche un’ulteriore razionalizzazione delle spese oltre ad un salto di innovazione grazie al progetto “Differenziata Smart”, già finanziato dalla Regione Calabria. L’idea centrale dell’intero progetto è quella di creare un meccanismo che consenta di individuare con esattezza sia l’autore del conferimento che il tipo di rifiuto conferito. A tale scopo verranno utilizzati appositi codici a barre per i contenitori e sarà possibile registrare la quantità esatta di conferimenti di ogni nucleo familiare, premiando in tariffa quelli più virtuosi. Ogni cittadino sarà, pertanto, maggiormente incentivato a produrre sempre meno frazione secca e a differenziare di più. 
Si potrà attivare finalmente il sistema di tariffazione puntuale che prevede la fatturazione della TARI (Tassa sui rifiuti) in base alla quantità di rifiuti prodotti dal nucleo familiare o dall’utenza non domestica.
Unitamente alla tracciabilità partirà il sistema del compostaggio domestico e quello di comunità per una precisa scelta amministrativa di puntare su una strategia a “rifiuti zero”. L’obiettivo di “Organico zero”, infatti, si andrà a concretizzare attraverso l’acquisto e l’installazione, presso il Centro di raccolta comunale che verrà ampliato e potenziato anche con la realizzazione di rampe carrabili, di una compostiera elettromeccanica, adatta ad accogliere buona parte del volume di rifiuti organici prodotti dal Comune per la successiva produzione di “compost di qualità”.
Si prevede, pertanto, anche il potenziamento del servizio di compostaggio domestico, o “compostaggio individuale”, la tecnica di trasformazione del rifiuto organico in compost condotta direttamente dall’utente: all’utente, infatti, viene assegnato un “biocomposter”, che consente un pratico controllo del processo.
Infine, le frazioni del multimateriale leggero (plastica, acciaio, alluminio), vetro, carta e cartone, saranno direttamente conferite dall’Ente a idoneo impianto di selezione per la separazione e l’eliminazione delle impurità al fine di consentire al materiale in uscita il raggiungimento della prima fascia CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) per incamerare maggiori proventi e per gestire al meglio la raccolta non solo da un punto di vista ambientale, ma anche economico, facendo diventare realmente il rifiuto una risorsa.

1. AUTONOMIA IDRICA E ACQUA PUBBLICA

L’approvvigionamento idrico rappresenta una criticità per i Comuni calabresi soprattutto a causa di disfunzioni dovute al gestore unico regionale. 
L’azione che si intende intraprendere punta al raggiungimento di un certo grado di autonomia idrica attraverso il recupero e il ripristino di vecchie sorgenti ubicate sui confini del territorio comunale con Tiriolo, da una parte, e Miglierina, dall’altra.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

I controlli effettuati sui campioni prelevati hanno già dimostrato la potabilità dell’acqua e quindi la possibilità d’uso per il consumo umano. A ciò si può aggiungere anche un investimento in ulteriori captazioni per consentire un approvvigionamento idrico capace di soddisfare naturalmente una buona parte delle utenze cittadine. In questo modo, attraverso anche il potenziamento della rete idrica e dei serbatoi comunali, il principio di autonomia idrica e proprietà pubblica dell’acqua acquisiscono realmente una rilevanza non solo regionale ma nazionale.
Tutto questo permetterà l’erogazione di un servizio che andrà a costare sempre meno per la popolazione nell’applicazione del tributo sul servizio idrico integrato per ciò che concerne la fornitura dell’Ente gestore regionale. 
L’acqua di proprietà pubblica sarà invece realmente gratuita per i cittadini 
Non a caso nel nuovo Statuto dell’Ente, approvato nell’anno 2017, all’art. 4, “il Comune di Marcellinara riconosce il diritto umano all’acqua…come diritto universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua come bene comune pubblico”. Una proposta innovativa per uscire dalle logiche del mercato sulla gestione delle acque.

Il nostro impegno!

Vogliamo proseguire quel percorso virtuoso intrapreso, capace di infondere fiducia e speranza nel futuro  di Marcellinara attraverso la forza della coerenza, il coraggio dell’azione, la  certezza e sostanza dei diritti, la chiarezza del pensiero e la trasparenza delle decisioni, la promozione della cultura della legalità ed il perseguimento del bene comune.

La lista civica “Marcellinara Progetto Futuro” intende rinnovare il proprio impegno al servizio dei cittadini di Marcellinara, nell’ottica di lavoro condiviso e partecipato per il benessere di tutta la comunità.

La positiva esperienza amministrativa degli ultimi cinque anni di governo locale ha rafforzato la convinzione di quello che serve per permettere a Marcellinara di fare un ulteriore salto di qualità.

Abbiamo, infatti, grazie ai risultati ottenuti, una visione chiara di quello che Marcellinara può diventare nei prossimi anni: motore di crescita ed innovazione per tutto il territorio di riferimento, all’avanguardia per la promozione della sostenibilità energetica e per la tutela dell’ambiente; luogo di valorizzazione del grande patrimonio esistente: naturalistico, culturale, artistico, enogastronomico, di riti e tradizioni uniche.

L’obiettivo che si intende perseguire è quello che mira a rafforzare sempre più l’azione amministrativa basata sulla nostra Costituzione, come fonte primaria delle regole della comunità politica, considerando i suoi principi, insieme a quelli sanciti nelle Carte sui diritti umani e sulle libertà fondamentali, come riferimento del proprio impegno politico. Riconosciamo il confronto democratico, il rispetto delle regole, la cittadinanza attiva e responsabile per la costruzione del bene comune come principi cardine di una politica non autoreferenziale né subalterna ad interessi particolari, di qualsiasi natura essi siano. Vogliamo la trasparenza, la tempestività, l’imparzialità, l’efficienza e l’orientamento verso i cittadini quali strumenti indispensabili per dare certezza e sostanza ai diritti, promuovere ed esigere il rispetto dei doveri individuali e collettivi e, contemporaneamente, prevenire e contrastare mafie e corruzione. Per combattere i fenomeni mafiosi e corruttivi, è indispensabile perseguire ogni iniziativa volta a prevenire ogni forma di condizionamento, clientelare e affaristico, salvaguardando la libertà di impresa e la concorrenza leale, diffondendo e rafforzando la cultura della legalità, soprattutto tra le nuove generazioni, attraverso la collaborazione e la sinergia con il mondo scolastico.

“Coerenza, Competenza, Trasparenza per il bene di Marcellinara”: sono questi i valori a cui ancoriamo l’azione amministrativa che proponiamo per il prossimo quinquennio amministrativo, consci della necessità di lealtà, serietà, responsabilità e capacità per poter affrontare le tante sfide che la gestione della cosa pubblica pone ogni giorno dinanzi per lavorare alla crescita della comunità e di tutto un territorio.

Riteniamo sia arrivato il momento di proporre un approccio sociale e culturale che possa condurre all’adozione di una prospettiva matura in grado di rispondere ai bisogni della collettività con la buona politica e la buona amministrazione.

E’ appunto l’impegno vero che nasce dal Comune, dall’Istituzione più prossima al cittadino, così come recita la nostra Carta Costituzionale. Il pluralismo, la legalità, l’inclusione e la coesione sociale: ecco cosa deve contraddistinguere oggi l’Amministrazione locale nella sua capacità di farsi carico dei bisogni della comunità.

Con la visione progettuale di guardare oltre gli steccati, con la concretezza dell’agire amministrativo, con idee e fatti concreti, per concretizzare un’azione politica al servizio, con un alto senso del dovere e della responsabilità, senza personalismi, ma mettendo al centro le persone prima di tutto, per realizzarne le tante aspettative e raccoglierne le istanze di miglioramento.

Sono, per questi motivi, dieci i punti programmatici per il nostro progetto futuro al servizio di Marcellinara e di tutti i suoi cittadini: Autonomia idrica e Acqua pubblica; Energia e Ambiente; Sicurezza e Protezione Civile; Recupero urbanistico e valorizzazione socio-culturale del Centro Storico; Digitalizzazione, programmazione e sviluppo dell’Ente; Sport, salute e benessere; Politiche sociali e servizi alla persona; Valorizzazione del territorio, Macchie di Serramonda, Parco Cocuzzo, Grotte di Marcellinara, Fiume Amato, Serra dell’Acqua, Riqualificazione e ampliamento Area Cimiteriale; Politiche per i giovani, Cultura e recupero delle tradizioni; Baratto amministrativo, Incentivi all’occupazione, Equità fiscale.

Un lavoro in continuità con i risultati già conseguiti ed i progetti avviati.